Daniel Radcliffe Italia - 11/10/2005 | 30/06/2013

Cari amici del DRI,

questa meravigliosa community è nata, è il caso di dirlo, per un puro caso. Avevo 14 anni, smanettavo col PC come tanti appassionati di Informatica e per cimentarmi nella creazione del mio primo sito Internet, decisi di crearne uno sul mio attore preferito. Bastò solo qualche mese per farmi capire che, da quel banale esperimento, potesse davvero nascere una community seria in cui persone provenienti da luoghi diversi e di età diverse potessero fare amicizia.

La community iniziò a crescere, per uno che andava via ce n'erano due nuovi che arrivavano. Eravamo pieni di utenti, ognuno diceva la sua in piena libertà, qualunque cosa volesse dire, condivisibile o meno. Ma si era solo dei nickname, alias di fantasia che interagivano tra di loro attraverso una tastiera. C'erano i numeri, ma il pathos era poco, tanti contenuti ma poca amizia vera.

Successivamente iniziarono primi meetings, nel corso dei quali la maggior parte degli utenti attivi e dello Staff si sono conosciuti personalmente, passando assieme magnifiche giornate all'insegna del divertimento. Non voglio sbagliare ma, qualunque sia stata la loro sorte, in passato è nata persino qualche relazione. I numeri della Community iniziarono a diminuire, non so se per diminuzione dell'interesse nei confronti dell'attore cui è dedicata (che, lo sappiamo, negli ultimi tempi ha avuto sempre meno impatto mediatico in Italia), o per un aumento degli impegni quotidiani dei suoi utenti, ma lo zoccolo duro composto da coloro che scrivevano quotidianamente non era più considerabile un gruppo di utenti, bensì un gruppo di Amici.

Questo gruppo di Amici, non ha più bisogno di una community virtuale per restare unito. Una meravigliosa canzone di Riccardo Cocciante, citava: "Non dico che dividerei una montagna, ma andrei a piedi certamente a Bologna, per un Amico in più.". Quando ho creato questa Community, volevo innanzitutto che fosse una Community di amici, pur sapendo che a volte gli amici più stretti preferiscono sentirsi attraverso altri canali di comunicazione.

Non pensate a quello che state perdendo, ma pensate a quello che avete acquistato in questi anni. Dopo la chiusura del DRI, vi libererete di una Community vuota che ha 0 possibilità di risollevarsi e vi rimarrà un Forum pubblico in sola-lettura che conterrà 7 anni e mezzo di meravigliosi ricordi, e un gruppo di amici a cui volete bene.

Tutto sommato, a me sembra un ottimo affare. Voi non trovate?

"Quando hai concluso, non c'è bisogno che tu dica altra parola. Saluta, e pensa che quella gente se tu l'hai accontentata nei sentimenti, nell'affetto e nel pensiero, ti sarà riconoscente. Ciaaao!"
Dario Fo - 31 Maggio 2013
Francesco R. Di Caprio